Il settore delle Slot Machine saluta un suo membro

si da fuoco un gestore di slot machine

In questo periodo storico, si sta assistendo a parecchi episodi, tristissimi, che hanno come protagonista principale nello scenario della vita “la disperazione”: disperazione per la solitudine, per un abbandono, per la mancanza di lavoro, per la difficoltà ad adempiere ai propri impegni, per l’incapacità di affrontare situazioni economiche troppo gravose anche legati al mondo delle slot machine gratis da giocare subito. Quando si dice “disperazione” c’è dentro tutto… ed anche di più. Questi avvenimenti strazianti toccano tutte le categorie “medie”, certamente non coloro che hanno quattrini in abbondanza che fanno affrontare certamente i disagi in modo diverso. In queste righe si vuole parlare di qualcosa avvenuto in questi giorni e che “entra” nel mondo del gioco: un imprenditore che faceva parte proprio di questo mondo, quello delle slot machine, si è ucciso.

Anche questo mondo che fa divertire… a volte non riesce a divertire più e crea molte problematiche economiche. Con tutte le ristrettezze operative e le disposizioni economiche sempre più importanti che stanno toccando il mondo-gioco da parecchi mesi, questo imprenditore non ce l’ha fatta più ed ha messo in atto il gesto più eclatante ed estremo dandosi fuoco. Aveva da tempo problemi finanziari con la sua impresa, almeno queste sono le prime testimonianze raccolte dai Carabinieri di Camerino e si è ucciso davanti al Cimitero di Pieve Torina, in provincia di Macerata. L’Associazione Nazionale Sapar ha appreso la notizia con dolore e rabbia facendo risalire a questo periodo di estrema crisi che sta coinvolgendo tutto il settore dei giochi, il gesto del suo socio: rabbia purtroppo, impotente dinanzi alla disperazione.

I commenti sono chiusi.